Condizionatori Inverter: una climatizzazione a basso consumo

La nuova frontiera della climatizzazione ambientale ha aperto le porte ai condizionatori inverter. Continuando a leggere ti spiegheremo:

Cosa è un condizionatore inverter

Guardando dall’esterno tutti i climatizzatori sembrano uguali. La differenza si inizia a notare dopo l’accensione o analizzandone i consumi.

I condizionatori di prima generazione attivano i motori a una potenza prestabilita e restano in funzione fino a quando non arrivano alla temperatura desiderata. Ottenuto questo risultato si arrestano finché l’ambiente non si riscalda e innesca la riattivazione del sistema. Un’oscillazione che potrebbe anche risultare fastidiosa a chi è presente nella stanza.

I nuovi condizionatori, invece, sono dotati del sistema definito “inverter”, un dispositivo che consente di modulare la potenza ottimizzandone l’utilizzo. Il “freddo” o il “caldo” arriverà costante e con il minor spreco economico e ambientale possibile.

Il comfort del climatizzatore inverter non si ferma a queste caratteristiche. Rispetto a quello tradizionale è più silenzioso e evita la ventata di aria fredda o calda. La temperatura, come una delicata brezza, sarà costante e non invadente.

Quanta energia consuma un climatizzatore

Il climatizzatore classico funziona attraverso l’accensione e lo spegnimento del compressore. Questo processo “on – off”, manuale o automatico, mantiene tutto l’impianto sotto sforzo energetico. Ogni volta che si avvierà il sistema, per raggiungere la temperatura desiderata, servirà molta energia.

Il sistema inverter, invece, attiva subito il compressore alla massima potenza. Dopo aver climatizzato velocemente l’ambiente decrementerà il motore fino a mantenere il funzionamento ai minimi energetici. Un processo definito “modulante” che, nel medio e lungo periodo, ti manterrà bassa la bolletta della luce.

Per comprendere meglio questo meccanismo faremo un’analogia usata con le automobili.

Mantenere un veicolo a velocità costante permette di consumare meno carburante rispetto a un’andatura a velocità discontinua. Se continui a passare dalla terza alla quinta durante il tragitto dovrai prevedere una sosta per riempire nuovamente il serbatoio. Per i climatizzatori il principio è lo stesso. Un climatizzatore inverter risparmia circa il trenta per cento di energia ogni otto ore.

Conclusioni energetiche

Non lanciarti subito tra le offerte condizionatori scegliendo a priori quello con il prezzo più basso. Valuta le tue esigenze, l’ambiente da climatizzare e le tue aspettative. La qualità duratura nel tempo è sempre la risposta più economica e vantaggiosa per te.

Vieni a trovarci o richiedi un nostro consulto. I consulenti ViverEco ti aiuteranno a trovare il condizionatore più adatto e la migliore fonte energetica con la quale alimentarlo.

 

Contattaci immediatamente per un preventivo gratuito.

Piccole aziende o consumi domestici possono essere facilmente approvvigionati dall’energie green.

Affrettati, l’ecosistema ha bisogno anche di te per mantenersi in salute.

3 + 10 =