Enel nuovo contratto? È semplice, con Vivereco!

Enel nuovo contratto: come si fa?Quali documenti servono? Stipulare contratti energia elettrica non è sempre semplice, ma Vivereco ti fornisce una guida semplice e veloce, a prova di burocrazia!

Prima di rispondere alla domanda “Come fare un nuovo contratto Enel?” è necessario specificare che, quando si parla di nuovo contratto, a prescindere dal tipo di immobile per cui si vuole sottoscrivere, non si tratta di un cambio residenza Enel, ma si tratta di un luogo in cui: 

  • il contatore dell’energia non esiste e va installato
  • oppure il contatore è presente, ma non è mai stato attivato

Forse immaginerai procedure lunghe, costose e complesse, ma con Vivereco è semplicissimo!

Come attivare nuovo contratto Enel

Se il contratto nuovo ne sostituisce uno precedente si tratterà o di una riattivazione contatore Enel (subentro) o di una voltura, e le procedure da attivare non sono queste, ma le approfondiremo in altri articoli del nostro blog. 

Se invece il contratto non ne sostituisce uno precedente, sarà sufficiente annotare le 9 cifre presenti sul nuovo contatore Enel.

Come vedere le 9 cifre identificative del tuo contatore?

Premi il pulsante situato in alto a destra del contatore elettrico e apparirà un numero a nove cifre sul display.

come attivare nuovo contratto

Con questo numero e i dati anagrafici dell’intestatario del contratto sarà possibile stipulare il nuovo contratto per la fornitura energia elettrica in tempi rapidi.

Quali documenti sono necessari?

Per attivare il contratto Enel serviranno alcuni documenti e dati dell’intestatario. 

Se si tratta di un immobile dove il contatore non esiste serviranno: 

  • luogo di residenza (necessario per attivazione)
  • dati anagrafici del richiedente (Nome e Cognome, Codice Fiscale, numero di telefono e indirizzo email)
  • dati riguardanti il luogo dove si riceveranno le bollette
  • potenza e tensione richieste
  • stralcio planimetrico della zona che interessa l’immobile da allacciare
documenti necessari

Se l’edificio è già allacciato alla rete elettrica o se è composto da almeno quattro appartamenti, lo stralcio planimetrico non serve.

Se invece si tratta di un immobile con contatore esistente, ma mai attivato, serviranno: 

  • il numero cliente del contatore
  • la dichiarazione sostitutiva dell’atto di notorietà – che attesta la regolarità edilizia dell’immobile.

Inoltre, in caso di contratto per utenza commerciale, serviranno anche dati che riguardano la regolare iscrizione al registro delle imprese e un documento d’identità del Responsabile Legale Aziendale.

In caso di contratto per utenza domestica, serviranno una copia del documento d’identità dell’intestatario e l’autocertificazione di residenza anagrafica.

Un ultimo documento che potrebbe servire sono le coordinate di un conto postale o bancario, comprensive di nominativo e codice fiscale del soggetto intestatario e del codice IBAN. 

Conclusioni

 

Fin qui abbiamo approfondito come compilare contratto Enel e come attivarlo. Non appena avrai le idee chiare e i documenti necessari, potrai stipulare il tuo nuovo contratto Enel!

Puoi farlo online, seguendo la procedura guidata sul sito Enel, oppure puoi recarti nei nostri punti Enel Vivereco, dove i nostri consulenti ti seguiranno passo passo nella procedura necessaria, ti consiglieranno la soluzione contratto luce e gas più adatta alle tue esigenze di consumo e saranno a tua disposizione per qualsiasi chiarimento.

 

Compila il form e scopri tutti i vantaggi del mondo Vivereco!

2 + 3 =